Notizie flash

.

Serie C contro NBA New Bk A-Zena Stampa
Scritto da Marco   
Lunedì 27 Febbraio 2017 14:32
Sidus Life & Basket GenovaNBA New Bk A-Zena    33 – 53  (9-11 / 8-15 / 3-11 / 13-16)
Sidus: Pastorino, Patrone (2), Zichinolfi (2), Ferrari (6), De Ferrari (4), Marelli, Pieri (4), De Moro, Rossi (2), Sobrero, De Nicola, Saturnino (13).
NBA Zena: Lombardo, Ajmar (4), Policastro (10), Giacché (2), Ferrando (2), Dagliano (18), Raffetto (3), Pescio (6), Carbonell, DeMatteis (8)
 
 
Quando Davide incontra Golia, è sempre il secondo a vincere. Ovviamente a meno che Qualcuno gli dia una sostanziosa mano come già successo tremila anni fa...
Visto però che domenica quel Qualcuno aveva un milione di cose più importanti da fare, va benissimo che il più piccolo tra i contendenti si sia dovuto arrangiare ed abbia naturalmente perso.
Però...però, a differenza dell'andata (onestamente indecorosa), questa volta Davide è riuscito a tenere il campo per i primi due quarti e nell'ultimo.
Non è poco.
E' la prova (lo dico da qualche settimana) che i passi avanti ci sono e che - nonostante le poche ore di allenamento, gli impegni extra cestistici, i malanni fisici, eccetera - se la Sidus attuale potesse sfidare quella di settembre, vincerebbe a mani basse.
Ripeto: non è poco.
Due considerazioni sul pubblico.
1)Abbiamo avuto il più giovane tifoso del campionato che, dimostrando notevole precocità, ha visitato gli spogliatoi delle ragazze. Attenzione, genitori! Le orecchie dei neonati sono sensibilissime e certe esperienze possono danneggiarle irrimediabilmente!
2)Parterre du roi a livello tecnico con buona parte dello staff di una società maschile dell’entroterra. Grazie di essere venuti. Chi ad accompagnare il giovanissimo tifoso di cui sopra, chi a rivedere una squadra a lungo allenata (Mauri, se la rivuoi non fare complimenti).

P.s. Aggiornamento sul Week End del coach.
Pur mostrando modesti segni di miglioramento, anche questo fine settimana non  entrerà nella Top Ten dei momenti più belli della mia vita.
Venerdì sera: la situazione familiare è tornata alla normalità ma proprio moglie e figlie mi spingono a ritornare al basket (potrebbe essere una sottile strategia per ottenere la mia scomparsa senza la trafila di un processo per uxoricidio o parricidio).
La serata però assume un carattere totalmente differente dalla precedente. Il campo di via Montezovetto, infatti, ha una sinistra caratteristica idro-conservativa.
Spiego. Data una precipitazione anche minima caduta fino a sette giorni prima, il terreno del Cus trattiene da sempre un infido ed insidiosissimo velo di umidità in grado di trasformare il campo di gioco in una pista di pattinaggio.
Qualsiasi arresto in queste condizioni è assolutamente improponibile per cui ogni movimento deve assumere il cosiddetto stile “alla Pantera Rosa”.
In caso contrario, al minimo tentativo di scatto, o ci si apre l’inguine in due come una cozza oppure si finisce ‘a spatascio’ sulla griglia di ferro che circonda il terreno di gioco. 
Avendo scelto lo stile cartoonistico (decisamente più salutare per quanto ben poco dignitoso), il rientro a casa avviene senza particolari incidenti.
Sabato: COOP! La scorsa settimana è stata una sconfitta bruciante ma ora sono preparato.
Faccio la mia spesa e riesco a gestire la fase finale in maniera accettabile. E’ necessario un solo intervento della commessa mentre inizio a spiegare alla cassa automatica che mentre lei rifiuta di leggere il codice a barre di un cestello di acqua minerale, sua madre concede piacere sessuale dietro compenso monetario nel vicino angiporto. Il tutto con la terminologia che ha fatto d’ Er Monnezza e Tomas Milian due icone degli anni settanta
Nel complesso la sfida si conclude in una sostanziale parità che lascia ben sperare per il futuro.
Domenica: prima della partita vedo il Genoa alla televisione (non riesco a disintossicarmi). Un altro gran bel pomeriggio di calcio in cui otteniamo un modestissimo pareggio solo grazie al giocatore più detestato dalla tifoseria degli ultimi vent’anni.
Viste le premesse, il risultato serale è ancora più degno di nota.
E ora sotto con Alassio!

Alla prossima.

 
Banner