Notizie flash

.

Serie C contro Cestistica Savonese Stampa
Scritto da Marco   
Lunedì 05 Dicembre 2016 13:45
Sidus Life & Basket Genova - Cestistica Savonese  28 - 100 (4-25 / 5-24 / 8-33 / 11-18)
Sidus: Pastorino, Smith, Patrone (5), Zichinolfi (7), Ferrari (1), De Ferrari (4), Marelli (2), Pieri (2), Rossi (4), Sante, Sobrero, Saturnino (3)
Cestistica Savonese: Bologna, Aleo (4), Roncallo, Moretti (26), Sansalone (1), Makadai, Iuliano (14), Pena (19), Zanetti (12), Guiganogui, Skiadozozou, Tosi (19).
 

Non era la partita da vincere e, coerentemente, non l’abbiamo vinta...
Sinché è durato il riscaldamento e quindi con le squadre rigidamente divise nelle diverse metà campo, abbiamo tenuto il colpo.
Dopo la palla-a-due inziale, quando è cominciata la normale interazione tra i quintetti…diciamo che abbiamo leggermente patito tecnica e fisicità delle avversarie. D’altronde non per nulla sono al comando a punteggio pieno mentre noi ci aggiriamo nei bassifondi della classifica.
In attesa di partite più semplici (arriveranno, resto fiducioso nonostante in certi momenti mi senta un po’ il sottotenente Drogo sugli spalti della Fortezza Bastiani)  ci possono stare alcune considerazioni spicciole su quanto si è visto in campo.
Non vorrei urtare la suscettibilità di nessuna ma…non siamo altissime. Non solo: di norma giochiamo contro ragazze che ci rendono mediamente almeno cinque (spesso dieci) centimetri a testa. Se a rimbalzo accettiamo la sfida presentandoci sotto i tabelloni spalla contro spalla con loro, il pallone (per bieche ragioni fisiche) ha forti probabilità di finire in mano altrui. 
Dobbiamo fare tagliafuori. Che lo si faccia con pregevoli gesti tecnici o che si decida per un faccia a faccia o che (extrema ratio) si adoperi lo stile genovese cosiddetto del “runsone”, poco importa. Basta che lo si faccia.
A corollario di quanto sopra diciamo che sostituire la quantità alla qualità scaraventandoci in cinque sotto la plancia in attacco senza che una o due ‘piccole’ restino a coprire il contropiede, non solo non dà risultati apprezzabili in tema di rimbalzo ma permette all’altra squadra quelle comode discese uno (o due) contro zero che tanto mi irritano.
Quanto alle cose positive…c’è ben poco da criticare in tema di grinta ed impegno che abbiamo profuso nonostante un pressing feroce durato l’intera partita (probabilmente il tabellone posto alle spalle delle panchine impediva una chiara visione del punteggio che avrebbe potuto anche portare un leggero rilassamento quando meno dopo l’intervallo lungo).
Qualcun’altra ha finalmente iniziato ad aggredire il canestro (non conta il risultato. Quello verrà con il tempo) e, anche questa volta, abbiamo avuto una 2001 che ha mostrato di saper tenere il campo senza paura.
Da non dimenticare un giusto grazie a chi ha giocato febbricitante. A proposito: la sfiga ha deciso che si trova talmente bene con noi da fermarsi ancora un po’.
Ultima cosa: l’ho già detto in privato ad una di voi ma forse è il caso di ripeterlo pubblicamente per tutte.
In questa squadra c’è una grande quantità di persone che, per varie ragioni, non giocava da anni.
Deve darsi tempo, senza mai (MAI) abbattersi.
La ruggine non va via di colpo e soprattutto non lo fa a tappe costanti. A volte vi sembra di essere a buon punto ma nell’allenamento o nella partita successiva rifiorisce come un erbaccia che si credeva eliminata.
Anch’io sbaglio perché spesso sono impaziente e voglio subito risultati che al momento non possono arrivare, ma è un errore.
Dovete (dobbiamo) avere pazienza e lavorare per il futuro sapendo che ognuna di voi ha davanti ancora non meno di cinque anni di possibili partite.
Teniamolo a mente.

P.s. Una precisazione. Nella scorsa partita abbiamo preso una multa con le seguenti motivazioni:
per offese frequenti da parte di una sostenitrice agli arbitri e per tentativo di invasione del campo di gioco, commesso da individuo isolato durante l'intervallo tra il secondo e il terzo periodo di gara
OK. Forse abbiamo esagerato e dalle tribuna è partita qualche parola di troppo (ovviamente faremo in modo di non ripetere).
Quanto all'invasore...lo stiamo ancora cercando e, sinceramente, qualche dubbio sul fatto che la ricerca possa avere esito positivo ce l'ho.
Il numero medio dei nostri sostenitori non è elevatissimo e tutti sono già stati attentamente ma inutilmente indagati. Naturalmente non demordiamo ma, escludendo un pacato dottor Jeckill d'improvviso trasformatosi in Hyde, siamo a corto di ipotesi.

Alla prossima.

 
Banner