Notizie flash

.

Esordienti vs. Pegli Arancio Stampa
Scritto da Marco   
Lunedì 19 Maggio 2014 12:58

Ritorno Quarti Play Off 

CMB Athletic Sidus - Pegli Arancio  32 - 52   (6-16 / 5-10 / 8-18 / 13-8)
Pugliese (2), Grandeaux (4), Barbagelata (4), Casucci (4), Grosso (1), Trucco (2), Pasqualetto (1),  Wulf, Vendemiati (8),  Pelloni (2), Falco (2), Barattini (2).

(Non è andata proprio così però…un pochino…)

Ci abbiamo provato ma proprio non ci siamo riusciti...

Pazienza. L’impegno non è mancato e la testa neppure (salvo qualche black-out di troppo sulle rimesse), purtroppo non sono bastati.
Se aggiungiamo che il primo caldo ha saccheggiato pesantemente le scorte di fiato di qualcuno tra voi (in debito di ossigeno già durante il riconoscimento), penso fosse difficile fare di più.
Sarà per l’anno prossimo, in Under 13. Noi cominceremo a prepararci da subito e quanto al Pegli…in bocca al lupo per il prosieguo.
Ma veniamo al “momento della vergogna” del pomeriggio.
Siamo all’inizio del quarto periodo di gioco, Pegli è in vantaggio di 25 punti e sembra ormai assolutamente impossibile ribaltare il risultato.
L’allenatore cerca una motivazione perché i suoi ragazzi diano il massimo anche negli ultimi 8 minuti. D’improvviso un’idea!
“OK. Se vincete anche di un solo punto l’ultimo quarto…pizza ad allenamento per tutti.”
L’allenatore conosce il basket, ha visto la partita e sa di non correre alcun pericolo: non ce la faranno mai (l’allenatore è genovese purosangue. Non rischierebbe con superficialità un qualsiasi esborso economico).
Poi l’arbitro alza la palla a due e...avete presente che quando il mite dottor Banner inizia a gonfiarsi, diventa verde, lacera i vestiti e si trasforma nell’Incredibile Hulk?
Ecco, tolta la parte dei vestiti (i dirigenti stiano tranquilli: maglie e calzoncini sono indenni) il risultato è stato quello.
Otto minuti con sei furie scatenate in campo che alla fine  chiudevano il tempo in un vittorioso 13 a 8 e che come sola preoccupazione avevano quella di sapere a che allenamento avrebbero potuto ingozzarsi di pizza!
Incredibile: ho cercato di caricarvi sia prima della partita sia nell’intervallo per poi scoprire che forse sarebbe stato sufficiente promettervi la Golden Card di Pizza Point per passare il turno!
Vergogna! Per forza il campo era umido ci avete sbavato sopra per tutto il quarto!
Io ho chiaramente fatto un’incauta promessa ma voi…mercenari a dodici anni…che tristezza.
Quando ho raccontato la cosa ad alcuni genitori cercando solidarietà, altra disillusione: la risposta più gettonata è stata “Non potevi prometterla ad ogni quarto di gioco?”.
Ma ride bene chi ride ultimo: quando nelle vostre case farà la sua comparsa un tariffario con il prezzo da pagare per un 6, un 7 o un 8 scolastico, non venitevi a sfogare con me.  La  mia replica sarà: “Venti euro per un 7? Mi sembra un po’ poco. Suggerirò qualche ritocco al rialzo”.
E per finire, un paio di note serie:
1) Durante l’anno ho chiesto a ragazzi e genitori diversi sacrifici: allenamenti che si allungavano oltre l’orario, 18 partite di campionato, impegni che si scontravano con le mille cose da fare di ogni famiglia, eccetera. Ho sempre ricevuto risposte positive: non era scontato e mi ha fatto piacere. Domenica però abbiamo superato ogni record! Qualcuno si è sobbarcato un rientro anticipato da Roma (!!!) per poter essere al Palacus.
Sono certo sia stato complicato e faticoso. Sono altrettanto certo che non me ne dimenticherò.
2) Grande tifo sugli spalti e anche questa volta ospiti speciali: 3 ‘Vecchi Esordienti’ 2001 (sono sempre contento di rivedervi e ancora complimenti per il buon Under 13 di quest’anno) e un paio di 2002 non convocati (vi giuro che mai come quest’anno mi è stato difficile scegliere dodici giocatori per ogni partita. Come impegno tutti avreste sempre meritato una convocazione).
Grazie a tutti per l’appoggio.
A breve metterò sul sito un pezzo riassuntivo dell’annata con giudizi e considerazioni sul futuro. Perciò, ancora una volta,

alla prossima.


 

 
Banner