Notizie flash

.

Esordienti vs. PGS Auxilium Stampa
Scritto da Roberto   
Lunedì 05 Maggio 2014 06:16

Terza giornata Orologio

CMB Athletic Sidus - PGS Auxilium   47 - 44  (10-2 / 14-10 / 16-12 / 7-20)
Pugliese (9), Grandeaux (3), Barbagelata (2), Casucci (5), Grosso Trucco (8), Pasqualetto (2),  Wulf, Vendemiati (11),  Pelloni (3), Falco, Martini.


Trad. Sto solo cercando di essere all’altezza delle aspettative del pubblico

 

Per la serie “Un tranquillo week end di paura” ecco a voi Athletic Sidus contro Auxilium...

I primi tre quarti in quasi sicurezza, l’ultimo iniziato con 16 punti di vantaggio, la musichetta della pubblicità dei gratta-e-vinci che parte (ponci, ponci,po po po), una voce fuori campo che chiede “Vi piace vincere facile?” e…sei ragazzi in maglia verde che all’unisono, con voce ferma e decisa rispondono: NO!
E vai con i passaggi sbagliati, i contropiedi subiti, la difesa a vista (cioè guardando fisso l’avversario per indurlo all’errore con il solo potere della mente) e le facce terrorizzate! Insomma un bel momento di revival che ci ha riportato indietro a settembre quando sentendo l’espressione ‘terzo tempo’ non sapevamo se si trattasse  di un tipo di tiro o di un post partita a base di birra.
Poi…quando già in tribuna fioccavano i disconoscimenti (“No, no. Mio figlio non è in campo. Ha giocato solo nel primo tempo”) e in panchina il sottoscritto assisteva a continui superamenti del proprio record di pressione alta, 3 tiri liberi ci riportavano ad un margine tale da farci trascorrere tranquillamente gli ultimi 4 secondi di partita (!!!).
Meraviglioso!
A voi non serve un allenatore. Ci vuole un regista tipo Dario Argento o Hitchcock.
Va beh. Comunque alla fine si è vinto e quindi tutti contenti:
- chi finalmente vedrà i propri punti scritti giusti.
- chi è riuscito a giocare senza che gli sanguinasse la lingua (vi risparmio la spiegazione datami nel pre-partita ma fidatevi: sconfinava nella follia).
- chi in una partita al sabato non aveva potuto protestare abbastanza e ieri ha potuto recuperare.
- chi continua a non capire che la frase ‘Entra Tizio, esce Caio” prevede che Caio si avvii spontaneamente in panchina.
- chi resta fedele al principio calcistico “Di spalla è regolare”.
- chi il pallone in attacco non lo vuole proprio portare (“Tanto Marco non si arrabbia”).
- chi probabilmente finirà per sostituire il reganisso con una bustina di camomilla.
Insomma tutti.
Ora forza con l’ultima partita ad orologio.
Nella fase regolare abbiamo perso sia andata che ritorno per 6 punti di scarto complessivi. Direi che sarebbe il caso di provare a rifarci.
Tanta grinta, tanta testa e vedremo come andrà a finire.

Alla prossima.

P.s. Grazie mille ai tifosi speciali (sia in tribuna e al tavolo) venuti a vederci. E’ sempre un piacere vedervi.

 
Banner