Notizie flash

.

Esordienti vs. Cus Genova Stampa
Scritto da Marco   
Mercoledì 23 Aprile 2014 12:25

Seconda giornata Orologio Campionato Esordienti

CMB Athletic Sidus - Cus Genova  80 – 34 (27-2 /11-14 / 25-4 / 17-14)
Pugliese (5), Barbagelata (6), Casucci (4), Grosso (6), Pani (6), Trucco (7), Pasqualetto (10), Wulf (2), Vendemiati (9), Pelloni (14), Falco (7), Martini (4)

Trad. “Questa partita sarà un’esperienza formativa per il carattere.”

Stavolta la vignetta l’ho messa solo perché mi piaceva. Martedì le cose non sono state troppo difficili e la partita è corsa via abbastanza liscia...

Onestamente devo ammettere che in campo si sono visti altri passi avanti: il contropiede migliora (a parte qualche azione in cui la palla rimaneva incollata alle mani del portatore che solo tirando riusciva a staccarsela dalle dita), un po’ di rimbalzi li abbiamo presi (a parte la posizione sui tiri liberi che per alcuni rimane un mistero insolubile), la difesa inizia ad intravvedersi (a parte i consueti momenti di ‘sportellate’ sulle fasce laterali: è bello non essere l’unico inascoltato e vedere come anche Giovanni Salomoni – da gennaio cerca di farvi difendere correttamente  – riceva una po’ di autismo cestistico) e i tiri presi sono stati tutti giusti (a parte qualche caso in cui – vedi sopra – un improvviso calo di vista impediva di notare compagni smarcatissimi sottocanestro).
Un paio di volte siamo addirittura riusciti a rimettere la palla in attacco con un briciolo di buon senso (due volte soltanto: visto che la cosa funzionava, abbiamo immediatamente smesso: a noi le cose troppo semplici non piacciono).
Ora, come sempre, insistiamo. Le prossime due partite sono senza dubbio difficili.
Impossibili no ma difficili sì.
Cerchiamo di dare il massimo e alla fine vedremo se sarà stato sufficiente. Nel frattempo, continuiamo ad aumentare il bagaglio tecnico: a settembre era poco più grande di un marsupio; ora è uno zainetto di discrete dimensioni. Difficilmente a giugno avremo un set  di valigie ma ancora un po’ vorrei incrementarlo.
Naturalmente anche la partita con il Cus non ha mancato di presentare le nostre perle abituali.
1) Ignoro le vostre abitudini alimentari. Non so se la merenda (o la colazione, a seconda dell’orario) pre-partita sia costituita da un morigerato pezzo di focaccia o assomigli ai banchetti di Asterix ed Obelix. Non so neppure se i miei discorsetti prima della palla-a-due risultino particolarmente devastanti per il sistema nervoso. Di sicuro ogni incontro ha su di voi un effetto diuretico-lassativo che, se riproducibile chimicamente, sconfiggerebbe qualsiasi problema di stipsi o ritenzione urinaria. Anche questa volta il nostro filo diretto con i bagni è stato continuo ed incessante.
A me non sembra proprio normale.
2) Ci siamo riusciti! Portando la confusione a livello di arte, abbiamo finalmente giocato in sei!
LA SCENA:
Fischio dell’arbitro. Il gioco si ferma.
Io: “Cambio: entra X ed Esce Y!”
X ubbidisce prontamente (chissà come mai?) e si lancia in campo.
Y ha un momentaneo intasamento dei padiglioni auricolari (chissà come mai?) e continua imperterrito a rimanere sul terreno.
Passano una trentina di secondi prima che le mie urla siano ascoltate, la partita fermata e Y fatto uscire (un po’ seccato per la mia frase “Si può sapere che diavolo ci facevi ancora in campo?”).
Nel frattempo – in sei contro cinque – siamo riusciti ad ottenere il mortificante risultato parziale di 0-4 con in più un tiro libero a favore degli avversari!
Un altro gran bel momento di basket.
Finito.

Alla prossima.

P.s. E’ probabile che a breve venga pubblicato un intervento di un celeberrimo cantautore italiano che pare aver deciso di riscrivere una sua famosa canzone adattandola ai nostri Esordienti. Voci non confermate parlano nientemeno che di Luciano Ligabue e della sua “Non è tempo per noi”. Aspettate fiduciosi.

 
Banner