Notizie flash

.

U19 contro Cestistica Savonese Stampa
Scritto da Gianfranco   
Venerdì 22 Marzo 2013 06:56

Salutare knock-down alla Cestistica per rimetterci sui binari 

Sidus Life&Bk GenovaCestistica Savonese   51-19  ( 9-6 / 19-2 / 14-5 / 9-6 )
Sidus: Ronzitti 15, Furolo 2, De Ferrari 10, Rossi 10, Solari 8, Farinetti 6, De Camillis, Baldelli, Roncarolo, Zazzano. NE : Pieri   All.i  Roncarolo – Barsotti – Cabassi
Cestistica Savonese: Scardaci 2, Alesiani 9, Corso 4, Tesserin 2, Vallarino 2, Colombo, Fabiano, Zanetti. All. Pollari
Arbitri: Metti e De Angeli

Tutto ribaltato rispetto a qualche giorno fa a Savona...

Là facemmo nostro il primo tempo (25-15) per poi crollare miseramente di testa, soprattutto in difesa, e regalare la partita ad una meritevole Cestistica di ragazze sottoleva, anche per questo doppiamente brave. Ma stasera recuperiamo una tonicità che attendevamo da mesi, oltre a rimettere sui giusti binari lo storico atteggiamento difensivo di questo gruppo. Dopo un tragico avvio (palle messe in mano ad Alesiani per facili contropiedi solitari), il combinato difesa-attacco, finalmente mescolato alla giusta convinzione e alla necessaria serenità, ci regala la progressione che ci porta (su su, fino alla magnifica tripla di Ronzitti) fino al 20-6.  Trovando finalmente la forma mentis di attaccare la difesa (e tuttavia non l’abbiamo fatto ancora abbastanza), grazie ai falli ottenuti nel primo quarto avevamo segnato più dal tiro libero (5) che in azione (4), con una buona prova di Furolo.  Il secondo quarto è stato costruito sulla buona circolazione di palla e su scarichi felici a Rossi ( 8 p. in un quarto), Solari e Farinetti. Cestistica rimane stordita e fa fatica a trovare spazi di tiro per le proprie fuoriclasse. Ovviamente beneficiamo del fatto che siano menomate di giocatrici importanti, ma la sberla di Gara1 non ci consente atteggiamenti intellettualistici, soprattutto al’inizio del terzo quarto, cioè nel momento nel quale tradizionalmente con loro patiamo l’inverosimile. Invece Farinetti, Ronzitti, Rossi e ancora Solari ci spingono ancora avanti, mentre la difesa regge come prima, anche grazie a Roncarolo assai convinta sia in difesa, sia in attacco. De Camillis rimette finalmente i piedi in campo, dopo un periodo di infortunio, allungando così ancora di un po’ le rotazioni, che sono completate da Zazzano. Unica ferma ancora Pieri, per via del dolore al ginocchio. L’ultimo quarto è letteralmente timbrato da De Ferrari, che esce dalla panchina dopo l’attesa per falli e va facilmente a canestro.
Nessuna illusione che il 26 a Gara3 sia una passeggiata. Non fidarsi di una Cestistica che ha avuto una giornata-No esattamente come era successo a noi a Savona. Il loro 1/5 ai tiri liberi parla chiaro: serata no.
Da parte nostra, come detto, abbiamo rimesso sui binari il vagone e anche le passeggere, recuperando anche qualcuna di loro da una condizione approssimativa. Ora si può cominciare a ragionare sul gruppo con tutti i fattori del gioco finalmente a disposizione. 


 

 
Banner