Notizie flash

.

U15 Torneo di Castellanza Stampa
Scritto da Gianfranco   
Martedì 08 Giugno 2010 05:50

PRIMA USCITA IN PROSPETTIVA U15, OTTIMA PROVA DI CARATTERE E DI GIOCO, PUR IN NOTEVOLE DIFFICOLTA’ FISICA

Virtus Legnano – Sidus L&Bk Genova  29 - 36  ( 14-20 / 15-16 )
Sidus: Baldelli 11, Bruno 11, Solari 9, Zazzano 5, Pastorino, Tanda, Prati, Sigona, Lambardi. All. Roncarolo
Virtus Legnano: Giuliano 4, Picenelli 3, Bernardi 5, Bossi 4, Colombo 5, Sormani 3, Proverbio 1, Parisi 2, Vergeat 2, Iannino, Banfi, Negri.

San Gabriele – Sidus L&Bk Genova  52 - 41 ( 33-22 /19-19 )
Sidus: Baldelli 10, Bruno 8, Solari 9, Zazzano 9, Tanda 3, Sigona 2, Prati, Pastorino, Lambardi. All. Roncarolo
San Gabriele : Non ci sono i nomi a referto.

Magnifico torneo estivo a Castellanza, dove un manipolo di appassionatissimi allenatori, dirigenti, amici, genitori, tutti insieme riescono a confezionare un happening per più categorie in una domenica in cui non è mancato niente: spirito sportivo, divertimento, accoglienza, relax, verde...

In una bellissima scuoletta bene attrezzata (un ennesimo colpo per l’autostima, se ce n’è, dell’impiantistica scolastica ligure), un angolo di verde è attrezzato a ristoro, con eccellenti salamelle cucinate al momento e distribuite a tutte le giocatrici e agli allenatori, unitamente ad un set di pasta fredda, primi, salumi, dolciumi e bevande! Gente disponibile, generosa e sorridente. Sembra impossibile, in un momento che non è facile per nessuno. E poi il piccolo parco, con i grandi alberi a rinfrescare le ragazze nell’intervallo, ed anche un grande androne ombreggiato per le tavolate e le conoscenze con allenatori, genitori ed appassionati. Un vero e proprio toccasana mentale, un regalo dell’anima. Grazie infinite alla magnifica realtà del Virtus Legnano!!
Venendo al fatto agonistico, giochiamo con la formula dei due tempi da 25 minuti senza interruzioni, fanno circa 15 minuti effettivi di gioco, che non è assolutamente male, per una giornata da 2-partite-2. Ci presentiamo senza Ludovica e Marta e con due esordienti assolute del campo di basket: Tanda (’96) e Prati (’97). Al via, nella partita mattutina d’esordio contro le padrone di casa, Legnano parte bene, con una “quasi” tripla (data da 2 per un mezzo piede sulla riga) e con un tiro libero, ma, dopo un breve smarrimento, ci riorganizziamo in modo magistrale e la squadra “gira” a puntino: Baldelli prima, con un libero, poi Bruno, poi ancora Baldelli ci tengono al passo, ma è Solari a dare l’allungo con due triple, a cu seguono ancora i canestri di Bruno e di Baldelli (contropiede) con un tiro libero aggiuntivo. Chiudiamo il primo tempo avanti di 6 (14-20) contenendo il loro recupero e facendo esordire sia Prati (qualche allenamento sulle spalle e poco più, ma tantissimo entusiasmo, con la famiglia ad appoggiarla sugli spalti), sia Tanda, che non la ferma nessuno per irruenza ed iniziativa. Dopo pochi momenti dall’inizio del secondo tempo, Baldelli “prende” l’uscita in giardino dietro alla panchina e dal cambio va direttamente…a vomitare. Nel frattempo, Lambardi diventa pallida e soffre di mal di testa. L’emergenza ci costringe a rallentare i ritmi e a ripercorrere l’asse dell’emergenza delle ultime partite di playoff, tra Solari e Bruno. Zazzano, Sigona e Tanda difendono al massimo sul perimetro, Pastorino dà una mano per quel che può fisicamente, ma si fa trovare bene in qualche sfortunata conclusione. Zazzano è anche efficace in attacco, attacca il canestro e migliora anche dalla linea del tiro libero. Bruno, imbeccata con “esperienza”, ci dà 7 p. e ci permette di resistere fintanto che, a 4 min. dal termine, Baldelli rientra e conforta tutte con possesso palla, sicurezza ed anche 2 tiri liberi finali. Finiamo con le ragazze a pezzi fisicamente, ma un buon passo è stato fatto e la soddisfazione è legittima.
Nel pomeriggio arriva il San Gabriele, fresco e riposato, mentre noi alle due sofferenti della mattina ora dobbiamo aggiungere Solari, a cui viene praticata una pressione delle tempie e della testa e che si fa un mini-riposino per almeno poter cominciare la partita. Presentazione ai due gruppi di giovanissime della storia di amicizia Sanga-Sidus, cementata con una foto con tutte le ragazze mescolate. Il nostro avvio è coraggioso e baldanzoso, prima andando in testa (Solari e Baldelli), poi ribattendo punto su punto al Sanga, che trova un mini-break con la brava mancina n.12, abile  tirare nel traffico. Una tripla di Baldelli sembra tenerci ancora a galla, ma i cambi denunciano che le ragazze cominciano a perdere colpi. Dopo un magnifico canestro taglia-difesa dell’esordiente Tanda (che riesce anche a piazzare un tiro libero!), anche Bruno cala il suo rendimento, tanto che tira dei liberi addirittura a lato del tabellone o così sbilenchi da far capire che ormai ha poca benzina. La parte finale del primo tempo e l’inizio del secondo potrebbero travolgerci, ma è a questo punto che a sorreggerci sono le pregevoli iniziative di Zazzano, addirittura maiuscola nell’interpretare l’1 contro 1, e di Sigona, che colpisce nelle pieghe della difesa. Sprazzi di utilizzo di Baldelli ci confortano con qualche puntarello, prima di risedersi, a turno, assieme a Lambardi, Solari e Bruno, tutte sofferenti. Sul -15 ed entusiasmo di Sanga, nel minuto di sospensione cerchiamo di riattivare l’orgoglio ed è così che si prova addirittura a pressare per un paio di minuti! La prova di carattere dà i suoi frutti, perché riusciamo ad arrestare l’emorragia e a riprendere il Sanga, anche con una magnifica tripla di Solari ed un paio di canestri di Bruno, raschiando letteralmente l’ultima energia dal fondo del suo barile. Abbassando il quintetto (fuori Bruno, stremata e ormai in preda alle visioni), riusciamo persino ad intercettare una serie di passaggi agli attacchi delle milanesi, concludendo su di un onorevole -11, considerate le nostre condizioni. Bravissime le ragazze, bisogna dirlo, non solo per come hanno gestito la prima gara, ma soprattutto per come, tutte insieme, contro ogni sfortuna, hanno tolto molte castagne dal fuoco nella seconda, che avrebbe potuto concludersi in modo assai più severo. Un grazie all'arbitro, volenteroso e bravo. Un "brava" alla giovane e capace allenatrice del Sanga. Ed un grazie affettuoso anche anche all'entusiasmo dell'allenatore del Virtus Legnano, che ci ha invitati, Emanuele Gualdoni.
Giovedì prossimo, ore 18,00, per questo gruppo, allargato a 2 compagne del 95 (Giorgia e Francesca) e senza la capitana Baldelli, amichevole a Savona contro una formazione 95-6-7.         

 

 

 
Banner