Notizie flash

.

Buon Natale, under 13 Stampa
Scritto da Marco   
Lunedì 21 Dicembre 2009 08:59

Buon Natale, under 13.
Buon Natale a tutti sperando che sotto l’albero ognuno di voi trovi quello che io vorrei trovasse.......


per Giovanni S. un sacchetto di disciplina (è possibile andare a canestro anche senza aver dribblato l’intera squadra avversaria, panchinari compresi) ,
per Emma una nuova moda che voglia le ragazze con i capelli alti tre centimetri (ed è superfluo aggiungere altro),
per Giovannino un campionato di pari età (finalmente non dovrebbe marcare avversari grossi il doppio di lui. Coraggio. E’ solo questione di aspettare)
per Andrea due gocce di tranquillità (se si è superati dal proprio avversario bisogna recuperare, non cercare di abbatterlo come un birillo)
per Gabri un chilo di fiato in più (durante le partite alcuni spettatori,a forza di sentirmi gridare,  sono convinti che Corri sia il suo cognome),
per Riccardo un po’ di esperienza (ma arriverà e tra un anno…potrà cominciare a togliersi qualche soddisfazione),
per Massimo un pizzico di pazienza (“Gioco ancora? Entro a metà tempo? Vado in campo nel prossimo quarto? Eccetera, eccetera”)
per Chiara un regolamento di pallacanestro (i tiri liberi valgono un punto, la palla non si può prendere a calci, meglio non mettere la sciolina sotto le scarpe) ed una fascia intrisa di colla vinilica in modo da non doverla rimettere a posto ogni 10/15 secondi,
per Giulia un quintale di fortuna (anche se bisogna ammettere che un po’ gli avversari restano impressionati da una giocatrice che prima di entrare il campo si sistema in bocca un paradenti da pugile),
per Pietro una serie di avversari dotati di maglie con i numeri composti da luci intermittenti (potremmo evitare dialoghi surreali tipo ‘Tu marchi il 39’ ‘Scusa Marco, chi è il 39?’). Sino a poche settimane fa avrei voluto anche  un sacco di grinta ma viste le ultime due partite direi che non è più necessario. Bravo, continua così,
per Cecilia la consapevolezza che se è vero che con cinque falli si va in panchina senza più poter giocare, è anche vero che con due o tre ci si fa rispettare un po’ di più (tra lei e Giovanni C. è un costante testa a testa per chi prende più manate, sberle e colpi vari in partita),
per Elena, Sara e Valentina una sfera di cristallo (per poter vedere che, se il buongiorno si vede dal mattino, il futuro è loro),
per Giovanni C. un pacco pieno di convinzione (non è possibile ad ogni partita dover minacciare un giocatore perchè capisca di essere in grado di battere qualsiasi avversario)  ed uno ricolmo di tolleranza verso gli arbitri (a volte mi sembra che Zedef giochi ancora con noi),
per Amare…bhè per Amare è facile. Un briciolo di buonsenso da spedire per DHL a Roma e poter così smettere di vedergli indossare la divisa da gioco solo nel riscaldamento. Stringi i denti e resisti. Prima o poi usciremo da questa situazione demenziale (‘Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima.’ Albert Einstein),
per me…sarei già contento se i regali elencati fossero consegnati tutti.

Quanto al resto, va bene così.  Grazie a tutti. Siete un buon gruppo, sono contentissimo di potervi allenare e sono orgoglioso di tutti i progressi che vi ho visto fare. Certo le cose sarebbero addirittura migliori se alcuni di voi avessero, almeno ogni tanto, un po’ di abbassamento di voce (per alcuni sarebbe gradita anche qualche ora di afonia totale durante gli allenamenti) ma non si può avere tutto nella vita.
Finito.
No. Un momento.
Un ultimo buon Natale. Importante.
Buon Natale ai nostri tifosi, ai tassisti non pagati, ai fornitori di bottigliette d’acqua insomma a tutti i genitori, fratelli, sorelle, nonni e parenti vari che permettono a tutti i ragazzi di giocare nelle migliori condizioni possibili.
A Gennaio.

 
Banner