Notizie flash

.

U19 Sidus contro GULS Team Lavagna Stampa
Scritto da Gianfranco   
Giovedì 19 Novembre 2009 14:02

U19 – Giocando in 12, di squadra, Sidus batte GULS Lavagna  nel finale
GULS Team Lavagna – Sidus  48 – 51  (10-14 / 16-7 / 12-14 / 10-16 )

GULS Team Lavagna: Carbone 8, Ortica E. 4, Ortica I. 4, Gaiaschi 9, Tuberoni 5, Messina 6, Gazzolo 4, Smith 8, Canepa, Brovia, Ottonello. All. Grandi
Sidus: Lanari 7, De Ferrari 7, Ramò 19, Ronzitti 9, Rossi 5, Pieri 2, Baudo 2, Roncarolo, Farinetti, Ippolito, Savino, Pregliasco. All. Roncarolo
Arbitri: Celano di Leivi e Chiappe di Genova

Una gara splendida, tirata fino alla fine, come si usa dire. Guls senza Matilde, ancora a riposo post-infortunio, e con Camilla Messina a mezzo-servizio-allenamento. Anche Sara Carbone è dolorante per una minuscola contrattura......

 Prima della gara facciamo una brevissima riunione in spogliatoio per tutte le Sidussine, sia quelle in forza a Genova, sia quelle in forza a Lavagna, in totale fanno 19 ragazze, comprendendo Maty, infortunata, e Marta Solari, che è presente con tutte le altre: ci si guarda negli occhi, un pò emozionati, e rivediamo i tanti fotogrammi di anni di lavoro insieme. Poche parole, un po’ di commozione e le tante amiche che fanno fatica a starci, dentro un unico spogliatoio! Per la Sidus quello di oggi è un altro passo del lavoro programmato da mesi.  Si tratta di crescere tutte assieme, rimanere come eravamo non servirebbe. Partenza alla pari, con Guls che si distribuisce i punti un po’ meglio di noi. Diamo comunque una buona impressione, da molti spunti sembra che stiamo crescendo e le rotazioni non sembrano mai intaccare quello che appare come l’abbozzo di un inedito equilibrio di fondo. Buoni segnali. Il secondo quarto conferma esattamente la stessa impressione del primo, anche se i canestri segnati sono pochi (due triple di Elena ed 1 p. di Ronzi), infatti la difesa tiene bene e cede un po’ solo nel finale. Nello spogliatoio Sidus ci sono calma e soddisfazione: il bilancio è che mentre ci si aspettava di dover lavorare sull’attacco, ci ritroviamo ad essere migliorate in difesa, sempre individuale, con tanti aiuti e finalmente anche le comunicazioni in campo. L’attacco è cantierato, ci si sta lavorando, basta mantenere questa concentrazione, anche se ci costa molto impegno ed anche molto ossigeno. L’inizio del terzo quarto, sotto 26-21, è di sapore stagionato, visto che è tempo di ripassare zone-press e 1-3-1, ed è subito un break con sorpasso. Ma non possono durare come qualche mese fa, non è ancora tempo, e poi giocare come vogliamo fare oggigiorno ci fa spendere molte più energie di una volta. Ancora una volta sono le rotazioni a dare il puntello necessario al vantaggio ottenuto, anche se in qualche modo in certi momenti sembriamo cedere. Giriamo all’ultimo quarto sotto 38-35. Nell’ultimo quarto Guls Lavagna sembra mettere avanti il muso e rabbiosamente ci dà il break del +9. Dalla panchina, a forza di ruotare i cambi, arrivano le forze fresche per provare a riprenderle. Dopo un importante segnatura di Valeria, la capitana, che aveva già firmato una tripla in chiusura del terzo quarto, decide di dare il via alla carica con un’altra tripla, ben coadiuvata da Claudia, da uno strepitoso canestro di Daniela e da un bellissimo contropiede di Elena con anche il tiro libero aggiuntivo del +3. I secondi mancanti non sono pochi e nel minuto chiamato dal guls decidiamo fra di noi il da farsi: pressarle e sperare nella loro indecisione o fidarci della nostra 1-3-1 e attenderle per neutralizzarle? La squadra opta per la seconda ipotesi, e fa bene. Si vince 48-51. Un sentimento ambivalente, per i coach Sidus, che escono dal campo allo stesso tempo tristi e felici. Guardando in casa Sidus c’è la percezione di un lavoro che va avanti e di una bella tranquillità.  Olio di gomito, impegno, concentrazione ed anche tranquillità sono i nostri unici documenti d’identità, non facciamoli scadere.       

 
Banner