Notizie flash

.

U15 contro Ospedaletti Stampa
Scritto da Gianfranco   
Domenica 26 Aprile 2009 11:08

U15 –  PER  LA TERZA  VOLTA:  TITOLO REGIONALE !!!!! 

(25 Aprile 2009)

B.C.Ospedaletti – Sidus  40 – 52   ( 11-13 / 12-17 / 5-9 / 11-13 )

Sidus: De Ferrari 5, Lanari 14, Ronzitti 11, Pieri 2, Ramò 10, Rossi 10, Furolo, Farinetti, De Camillis, Roncarolo, Katz, Ippolito. All. Roncarolo – Barsotti – Giacobbe

B.C.Ospedaletti: Pesante 15, Bella 3, Mamone 6, Crudo 7, Gambacorta 6, Attanasio 3, Bolgioni M. N.E. Veso, Cerasa, Esposito, Bolgioni C., Bianchino. All. Sandel – Rovere

 

Un’ennesima finale, in un periodo in cui ogni partita lo è, nei fatti. La squadra non parte tesa, ma sembra un po’ rallentata.

 Gradualmente il punteggio dice 2-7 per noi, con la pressione tutto campo che ci regala qualche soddisfazione, ma anche con un certo numero di ingenuità che ci procurano troppi falli già dall’avvio, rispetto al nostro standard, così Ospedaletti ottiene numerosi tiri liberi  (i primi loro 5 punti tutti dalla linea). Daniela compie una magnifica prodezza facendo saltare a vuoto Sara Crudo e segnando dopo la finta, ma loro riescono a superarci dopo un tiro libero di Elena Pesante (9-8 e 11-8), per l’entusiasmo dei numerosi supporters di casa. La nostra capitana decide però che tutto questo non le sta bene e piazza una tripla dall’angolo. Appena dopo,  un pallone recuperato ci porta sul 11-13, con Dany. Scampato pericolo, si va al secondo quarto. Accumuliamo falli e perdiamo palloni ingenui, non sfruttiamo a dovere delle situazioni di contropiede: la situazione non è critica, ma con fuori Claudia e Dany è tempo che la panchina ci sorregga a dovere, cosa che succede, grazie ai miglioramenti che le nostre ragazze si sono guadagnati in allenamento. Prima Luke, poi Cate, poi Ale P. ed anche Maty ruotano in campo con più o meno successo, ma sicuramente 5 mesi fa non avremmo potuto permetterci un simile turn-over. Il secondo quarto comincia con un magnifico allungo di Elena (una tripla su rotazione perimetrale della palla) a cui fa seguito una tripla della loro capitana. L’allungo decisivo è quasi tutto di marca Manu (che segnerà tutti i punti del 2ndo quarto, a parte due punti di Claudia ed una tripla di Elena): entra due volte con dei magnifici sottomano in secondo tempo (canestro e fallo) e segna altre tre volte, fanno 12 p. sui 17 nostri totali. Una seconda bomba (da metà campo!) della brava Elena di Ospedaletti le riavvicina proprio allo scadere: 23-30. All’inizio del terzo quarto c’è l’esordio in campo di Francesca, che ci aiuta soprattutto difensivamente, pur caricandosi di falli, ma il bel segnale è che non perde palloni in attacco. Una sua sonora stoppata ci dà un bel pieno di adrenalina, in un terzo quarto segnato dalla nostra forte difesa, infatti lo vinciamo segnando solo 9 p. (ma loro 5!) ed andando a segno solo con le guardie (Dany i primi due canestri e poi Ronzi, con due tiri liberi e con una importantissima tripla di chiusura). I falli ci hanno costretto a tenere fuori Elena per quasi tutto il terzo quarto. Andiamo agli ultimi 10 minuti prima del traguardo finale in vantaggio 28-39. Non un’enormità, ma in una partita dal punteggio basso è pur sempre un gruzzoletto di punti. Rientra il quintetto base, nell’ultimo quarto, che completa il mini-allungo. Dopo una partita dalle polveri bagnate, Elena segna 4 punti decisivi che, insieme ai 2 in avvio di Dany e ad un’altra tripla della capitana, ci portano avanti quanto basta per respirare. A questo punto completiamo le rotazioni ed Ale Pieri fa in tempo a segnare uno strepitoso canestro, gli ultimi due punti, come titoli di coda di un magnifico film: il terzo titolo regionale per questo gruppo, imbattuto da tre campionati regionali. Una grande soddisfazione, portata a termine con una partita vinta veramente di squadra, con un’ eccezionale risultato di miglioramento di tutte. Un pensiero affettuoso e rispettoso deve però andare anche ad Ospedaletti che, non dimentichiamolo, gioca con due bravissime sotto-età del ’95. E’ una squadra che non si è mai dichiarata vinta, che ha costantemente migliorato il proprio rendimento e a cui va il nostro grande riconoscimento per lo sforzo che sopporta, nel basket femminile regionale, sobbarcandosi centinaia di km per ogni trasferta ed essendone orgogliosa, invece che lamentosa e piagnona! Una realtà che merita molto rispetto e a cui va il nostro sentito “grazie!” per esserci e per permetterci di migliorare, grazie alla sua competitività. Ma ora tocca a noi proseguire: fra un mese, interzona a Bologna. Grazie ragazze!!          

 
Banner